Zuppa Etrusca: zuppa di castagne, farro e pecorino

Home  >>  Primi piatti  >>  Zuppa Etrusca: zuppa di castagne, farro e pecorino

Zuppa Etrusca: zuppa di castagne, farro e pecorino

zuppa etruscaMangiare sano e buono con la Zuppa Etrusca

In Umbria esistono davvero tantissime ricette di zuppe ma quella che secondo me è la più buona, senza dubbi, è la Zuppa Etrusca, un gustoso misto di farro, castagne e pecorino. Questo tipo di piatto è adattissimo ai primi freddi, caldo, facile da preparare, gustoso e soprattutto molto sano. Se avete ospiti potete servire la zuppa in tante ciotoline di terracotta con crostini e olio fresco, posso assicurarvi che i vostri ospiti si leccheranno i baffi.

INGREDIENTI:
farro
castagne
cannella
alloro
latte
sedano
carote
cipolla bianca
olio
pecorino semistagionato
crostini o pane abbrustolito

PREPARAZIONE
Prima di tutto, prepariamo un brodo vegetale non troppo pesante, io ho optato per un brodo di sedano, carote e cipolla bianca. Inumidite col brodo il sedano, la rapa e le patate finché non diverranno morbidi, aggiungete un po’ di latte e frullate il tutto, così da ottenere una specie di vellutata. A questo punto passate alle castagne, fate un taglio centrale e mettetele in un tegame con acqua e una foglia di alloro, fate cuocere per 40 minuti. Sbucciate le castagne ancora calde e tenetele da parte. In un’altro tegame fate soffriggere aglio, olio e prezzemolo, unite il farro con un pizzico di cannella, lasciate insaporire un paio di minuti, aggiungete l’acqua bollente e regolate di sale e pepe, lasciate cuocere per tempo indicato sulla confezione del farro. Quando sarà pronto il farro, unitelo alle castagne e alla vellutata preparata in precedenza, mescolate bene la vostra zuppa etrusca, insaporite con olio extra vergine di oliva, pecorino semi stagionato, qualche crostino e portate in tavola ben caldo, accompagnato magari da un buon vino. L’effetto della zuppa etrusca di castagne e farro sarà sorprendente sia che lo prepariate per la vostra famiglia, sia che lo facciate per degli ospiti. Provare per credere!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>