Secondo piatto: petti di pollo in carpione

Home  >>  Carne e pesce  >>  Secondo piatto: petti di pollo in carpione

Secondo piatto: petti di pollo in carpione

Amate i gusti forti e aromatici? Ecco un secondo piatto che fa per voi allora, i petti di pollo in carpione. Una ricetta facile da preparare ma di grande effetto grazie al mix di cipolla, rosmarino, peperoncino rocco e aceto di vino, oltre ovviamente alla carne e al vino bianco.

Pollo in carpione: il secondo per tutte le occasioni

polloRealizzare questo piatto è un gioco da ragazzi, il pollo in carpione è gustoso, economico e sostanzioso. Se però siete a dieta voglio consigliarvi anche una versione di questa ricetta un po’ meno grassa, così da accontentare proprio tutti.

INGREDIENTI:

2 petti di pollo
Tre spicchi d’aglio
Mezza cipolla
Un rametto di rosmarino
Peperoncino rosso
Aceto di vino bianco
Vino bianco

PREPARAZIONE:

 Pulite i petti di pollo eliminando l’osso centrale e i filamenti, quindi divideteli in filetti abbastanza sottili che appiattirete con il pesta carne, il modo migliore per farlo è quello di avvolgerli nella pellicola così da non romperli. Se avete fretta comprate le fettine di petto di pollo. Scaldate l’olio in una padella, fare rosolare i petti, salateli e portateli a cottura. Toglieteli dalla padella e metteteli in un piatto fondo o in un contenitore ampio. Rimettete sul fuoco la padella: unite l’aglio e la cipolla tritata, gli aghi di rosmarino e il peperoncino a pezzetti. Appena l’aglio apparirà di colore biondo, bagnate con l’aceto e il vino e fate cuocere per 5 minuti. Togliete la padella dal fuoco e versate la salsa sui petti di pollo. Per ottenere un risultato migliore dovrete lasciar riposare in frigo un giorno o due, rigirando ogni tanto i pezzi affinchè si impregnino di condimento. I vostri petti di pollo in carpione sono pronti. Se volete una versione dietetica, potete cuocere i petti senza condimento in una padella antiaderente, usate poco olio, mescolato al vino per fare il soffritto. Procedete nello stesso modo, aggiungendo un po’ d’olio a crudo dopo che sono cotti. Buon appetito a tutti!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>