Ricetta: orecchiette saltate con radicchio e speck

Home  >>  Primi piatti  >>  Ricetta: orecchiette saltate con radicchio e speck

Ricetta: orecchiette saltate con radicchio e speck

pasta-trevisana-speckSe siete alla ricerca di una ricetta per un primo di pasta che abbia un sapore un po’ “particolare”, quella che vi proponiamo oggi è proprio quella che fa al caso vostro, le orecchiette saltate con radicchio e speck. Un piatto che sposa i sapori della montagna con quelli dell’orto, tipicamente invernale e che vi permetterà di fare bella figura in ogni occasione. Per arricchire ancor di più il tutto, l’aggiunta dei pinoli o delle noci darà un tocco di classe al piatto già completo di suo.

Facciamo saltare un po’ queste orecchiette…

Vediamo insieme come fare per preparare le orecchiette saltate con radicchio e speck. Partiamo dalla lista della spesa prima di procedere alla preparazione.

INGREDIENTI

400g di orecchiette (possibilmente fresche)
250g di radicchio
200g di speck (tagliato a bastoncini sottili)
250ml di besciamella
50g di pinoli
Una cipolla bianca
Olio extravergine d’oliva italiano
Pepe nero

PREPARAZIONE

Iniziamo col preparare tutti gli ingredienti, lavando bene il radicchio sotto acqua corrente dopo aver eliminato le prime due foglie. Su di un tagliere affettiamo quest’ultimo in listarelle sottili, effettuiamo la stessa operazione con la cipolla. Intanto mettiamo sul fuoco una pentola capiente con l’acqua salata per la pasta e attendiamo che venga a bollire. In un saltapasta facciamo riscaldare 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva italiano e uniamo la cipolla facendola cuocere a fuoco alto fino a quando sarà dorata. A questo punto abbassiamo la fiamma e uniamo lo speck al nostro soffritto, facciamo cuocere per un paio di minuti e aggiungiamo anche il radicchio. Quando il radicchio si sarà ridotto abbassiamo la fiamma al minimo e caliamo le orecchiette nell’acqua che starà bollendo. Quando sarà pronta scoliamola e versiamola nel saltapasta, aggiungiamo i pinoli al tutto e facciamo saltare e amalgamare il tutto. Uniamo anche la besciamella e continuiamo a mescolare tutto con l’aiuto di un cucchiaio di legno. Ecco fatto, siamo pronti per impiattare e servire a tavola, il pranzo è servito.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>