Ricetta: crostini di pane al sale aromatizzato

Home  >>  Antipasti e snacks  >>  Ricetta: crostini di pane al sale aromatizzato

Ricetta: crostini di pane al sale aromatizzato

Sale aromatizzatoLa ricetta che vogliamo proporvi oggi è tanto semplice quanto gustosa: si tratta di crostini di pane al sale aromatizzato, perfetti per un aperitivo, da accompagnare magari ad un tagliere di salumi e formaggi, oppure da presentare a tavola, nascosti qua e là nel cestino del pane.
Sono facilissimi e velocissimi da realizzare e molto più salutari e sfiziosi delle solite patatine o dei salatini proposti negli aperitivi più tradizionali. Per realizzarli è necessario preparare prima il sale aromatizzato. Vediamo come:

INGREDIENTI:
sale fino
erbe aromatiche:
origano
ginepro
salvia
menta
santoreggia
rosmarino

Sale aromatizzato swatchFate essiccare le erbe aromatiche a temperatura ambiente e tritatele finemente. Mettete in un piattino il sale e aromatizzatelo aggiungendo le erbe tritate. Mischiate il tutto e, per conservarlo, ponetelo in barattolini ai quali non dimenticate di legare un cartoncino su cui scriverete tutti gli ingredienti che avete utilizzato, così da differenziare le varie tipologie di sale ottenute.
Si può ottenere un sale aromatizzato ad una sola erba, oppure aromatizzato a più erbe facendo attenzione a non mettere insieme spezie troppo forti o in contrasto tra loro.
Ecco due mix perfetti consigliati: ginepro, rosmarino e santoreggia, oppure origano, salvia, menta e ginepro. Il sale così ottenuto può anche essere utilizzato sugli arrosti di carne o pesce e il gusto ne risulterà decisamente esaltato.

Ma torniamo ai nostri crostini: una volta ottenuto il sale aromatizzato, affettate una baguette, meglio se all’olio, in tante piccole rondelle uguali, spesse 0.5 cm. Fatele tostare per un minuto nel forno fino a quando non saranno leggermente dorate. Giratele e cospargetele con un pizzico di sale aromatizzato e un filo d’olio extravergine d’oliva. Infornate nuovamente per un altro minuto in modo tale che le erbe, con il calore, possano sprigionare tutto il loro aroma e, infine, servitele, meglio se ancora calde.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>