Primo piatto: sartù di riso

Home  >>  Primi piatti  >>  Primo piatto: sartù di riso

Primo piatto: sartù di riso

Siete mai stati a Napoli? Bene la cucina napoletana non è costituita solo dalla pizza, ci sono tantissimi piatti gustosi e molti di questi sono anche notevolmente facili da preparare, come ad esempio il sartù di riso. Questo piatto è una sorta di timballo di riso, buona, sostanzioso e di riciclo visto che è possibile inserire nel piatto qualunque tipo di ingrediente.

Sartù di riso alla napoletana, il primo piatto della domenica

sartùNel preparare il sartù io ho optato per carne di manzo, fegatini di pollo, salsiccia di maiale e prosciutto ma ovviamente voi potrete modicarlo come più vi piace anche in base a ciò che avete ne frigo. Ci sono varianti di sartù vegetariani, a base di solo pomodoro e mozzarella o misti di carni e piselli.

INGREDIENTI:

400 g di riso
200 g di carne di manzo cruda macinata finemente
2 uova intere e 1 uovo sodo
2 cucchiai di farina
60 g di strutto
1 fegatino di pollo pulito
100 g di salsiccia di maiale spellata
100 g di mozzarella
500 g di pomodori pelati
20 g di funghi
1 cipollina tagliata finemente
50 g di grasso di prosciutto tritato
200 g di piselli saltati nel burro
1 litro di brodo bollente
5 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato
30 g di pane grattugiato
olio per friggere
sale e pepe

PREPARAZIONE:

sartù alla napoletanaMettete in una terrina la carne macinata con sale, pèpe, un tuorlo d’uovo, un cucchiaìno di pane e un cucchiaio di formaggio grattugiato, rigirate a lungo il composto con il cucchiaio di legno e formate delle polpettine grandi come una piccola noce. Passatele nella farina e fatele friggere in abbondante olio bollente; quando le polpettine saranno leggermente dorate, toglietele e tenetele in caldo. Fate intanto rosolare per cinque minuti la cipollina in una casseruola con 30 grammi di strutto e il grasso di prosciutto tritato, unite i funghi tritati, i pomodori, un pizzico di sale e pepe, la salsiccia a pezzetti e lasciate cuocere per quindici minuti, quindi aggiungete il fegatino e le polpettine preparate, fate sobbollire per altri cinque minuti e togliete il ragù dal fuoco. Mettete nella casseruola per il risotto due terzi della parte liquida del ragù, ponete il recipiente su fiamma vivace, versatevi il riso e fatelo insaporire rigirandolo con il cucchiaio di legno; aggiungete poco per volta il brodo bollente e, sempre rigirando col cucchiaio di legno, fate cuocere il riso molto al dente. Togliete il recipiente dal fuoco, aggiungete quattro cucchiai di parmigiano reggiano, un uovo intero e un l’albume, amalgamate e lasciate intiepidire.Ungete con venti grammi di strutto le pareti e il fondo dello stampo da timballo, poi spolverizzate abbondantemente entrambi di pane grattugiato, mescolateli con il risotto ormai quasi freddo, facendolo aderire ma lasciando una cavità al centro del fondo dello stampo; tenete da parte qualche cucchiaio di risotto. Affettate l’uovo sodo e tagliate la mozzarella a cubetti, che distribuirete alternati a strati con i piselli, il ragù e il formaggio grattugiato rimasto nel centro del timballo. Ricoprite con il risotto tenuto da parte, livellatelo con un cucchiaio, spolverizzate di pane grattugiato e distribuite in superficie lo strutto rimasto a fiocchetti. Passate la preparazione in forno moderatamente caldo per circa un’ora, fino a quando il sartù sarà uniformemente dorato. Fatelo riposare per cinque minuti, quindi capovolgetelo su un piatto rotondo di portata e servitelo subito in tavola.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>