Menù di San Valentino: primo piatto, risotto di Cupido

Home  >>  Primi piatti  >>  Menù di San Valentino: primo piatto, risotto di Cupido

Menù di San Valentino: primo piatto, risotto di Cupido

Dopo un antipasto gustoso come il tronchetto della coppia felice, gustoso, afrodisiaco e facile da preparare, passiamo al primo piatto del menù di San Valentino, vale a dire il risotto di cupito. Questo menù, come avrete notato è abbastanza vario, il cibo è il primo ingrediente per poter segurre il proprio amato e dopo aer puntato su patè d’oca, ora passeremo al limone che nella tradizione antica era un alimento che grazie alla sua acidità sembra alimentario amoroso. Tanto che le nostre nonne come afodisiaco casalingo preparavano uno sciroppo a base di limone e arance. Ma tornando al nostro primo piatto, volendo questo risotto può essere reso ancora più gustoso grande all’aggiunta di crostacei come i gamberi oppure delle cozze.

Risotto di cupido, un primo piatto leggero e gustoso

risotto cupidoPreparare questo risotto non è differente da preparare un qualunque risotto, la scelta di proporvi questo piatto è stata fatta sia perchè è molto delicato, sia perchè il limone è sempre un gusto particolare ma anche perchè non è troppo pesante, il che lascia spazio alle altre portate. Per il risotto di cupido l’unica accortezza dev’essere quella di miscelare bene il limone perchè se si usano quantitativi sbagliati il piatto potrebbe essere sgradevole.

INGREDIENTI:

Riso arborio
1 cipolla
2 dadi
100 gr burro
vino bianco
2 limoni
sale,
pepe,
prezzemolo

PREPARAZIONE:

risotto di cupidoCome prima cosa preparate il brodo con il dado, io preferisco sempre utilizzare quello vegetale e granulare, ma ovviamente è una decisione solo vostra. Se pensate di aggiungere cozze, gamberi o ostriche potrete anche optare per il brodo di pesce. A questo punto tritate la cipolla e fatela soffrìggere con il burro. Unite il riso, lasciatelo insaporire per qualche minuto ed aggiungete il vino bianco e la scorsa di mezzo limone grattugiata, evitando di grattare anche la parte bianca più interna che essendo amara renderebbe il riso disgustoso. Salate e pepate. A questo punto cuocete il riso come fareste per qualunque risotto, aggiungete gradualmente il brodo e lasciate che il riso lo asciughi, la cottura solitamente richiede 15/20 minuti. Quando il risotto sarà cotto, spremete i due limoni e versateli nel risotto mescolando energicamente e unoformemente. A questo punto toglietelo dal fuoco, controllate il sale, spruzzate un po’ di pepe e servite con il prezzemolo appena tritato. Volendo, come vi dicevo prima, potete farlo diventare un piatto ancora più particolare servendolo con delle cozze semplicemente aperte in padella, con delle ostriche crude o con dei gamberi. Oltre ad avere un gusto molto particolare, anche senza l’aggiunta del pesce, il risotto di cupido si presta moltissimo alle decorazioni. Potete servirlo in ciotoline di terracotta, potete impiattarlo come un tortino, servirlo in una padella centrale in cui voi e il vostro amato dovete dividere il pasto oppure, scelta che io amo molto, potete impiattarlo facendolo a forma di cuore e magari mettere tutto intorno un perimetro di fette di limone che serviranno a delineare la forma. Buon San Valentino!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>