Dolci di Natale: Crustole pugliesi

Home  >>  Dolci e dessert  >>  Dolci di Natale: Crustole pugliesi

Dolci di Natale: Crustole pugliesi

Crustole pugliesiTempo di preparazione: 60 mins Crustole pugliesiSpunti per la ricettaEcco per voi una ricetta natalizia tipica della tradizione pugiese, le crustole. Un dolce povero, facile da preparare e notevolmente gustoso






    Ingredienti
  • 500 grammi farina
  • 50 grammi olio d’oliva
  • vino biano
  • 1 uovo
  • mosto cotto
  • zucchero
  • cannella
  • olio di semi
    La ricetta passo-passo
  1. Questo dolce è davvero semplicissimo da preparare e inoltre poco costoso, visto che gli ingredienti sono quelli che solitamente sono in tutte le case, la cosa importante è seguire alla lettera i quantitativi per l’impasto perchè anche un piccolissimo cambiamento potrebbere rendere le crustole troppo fiabili o troppo dure.

Qualità / PrezzoRating

crustoleIl Natale è alle porte e molti di noi stanno già decidendo come festeggiarlo, quali regali fare e soprattutto cosa preparare per  le cene delle feste. Devo dire che quest’anno mi sono portata notevolmente avanti e ho deciso di preparare in anticipo i dolci tipici del Natale pugliese, vale a dire le Crustole, meglio conosciute come cartellate. Questa ricetta, almeno in casa mia, si tramanda di generazione in generazione e oggi anche voi potrete usufruirne.

Le crustole, dolce povero e gustoso

Le crustole, come dicevo, sono i dolci di natale tipici della mia terra e sono quelli che nel passato i contadini preparavano per festeggiare il natale. Difatti gli ingredienti sono tutti quelli ottenibili e coltivabili nelle terre pugliesi e sono tutti alimenti “poveri”. La tradizione, difatti, vuole che gli unici ingredienti utilizzati fossero quelli all’epoca posseduti dai contadini e dalla povera gente e cioè: farina (grano), olio (ulivi), mosto cotto (vino-uva) e mandorle. Ma passiamo alla preparazione, considerando che i quantitativi sono per circa 30 pezzi.

INGREDIENTI:
500 gr. di farina
50 gr. di olio di oliva
vino bianco tiepido, quanto ne occorre
1 uovo
mosto cotto
olio di semi per friggere
zucchero
cannella

PREPARAZIONE:
Cominciamo la realizzazioen delle nostre crustole mettendo la farina a fontana e rompendo all’interno l’uovo, iniziamo ad amalgamare e poi aggiungiamo l’olio e un cucchiaio di zucchero. Impastiamo bene e aggiungiamo il vino bianco tiepido,  quanto me ne occorre per rendere l’impasto omogeneo e compatto. Quando l’impasto sarà asciutto e corposo, stendiamolo molto finemente, nell’antichità di faceva con il mattarello, ormai anche mia nonna lo fa con la mattina per stendere la pasta a manovella oppure elettrica. Dopo aver ottenuto un sfoglia sottile, formiamo delle strisce con la rotellina a zig zag, la lunghezza dovrà essere di circa. 40 cm. per 4 cm, ma ovviamente molto dipende se volete delle crustole grandi o preferite quelle piccole. Adesso aiutandomi con le dita andate a chiuderle ogni 3 cm. che poi avvolgetele su stesse come a formare un fiore.

Lasciatele riposare per un po’ così e dopo circa una mezz’ora, friggetele. Il metodo migliore è quello di scaldare in un’ampia padella abbondante olio di semi e quando è ben caldo, buttarci le crustole, cuocendole per qualche minuto e girandole a metà cottura. A questo punto le crustole sono pronte, la ricetta originale le vuole condite con il mosto cotto ma molti le preferiscono con il miele, se appartenete a quest’ultima categoria, potete versare sopra le crustole il miele e gustare. Diversamente, dovrete stemperare il mosto cotto a fuoco dolce per qualche minuto, dopo immergete una o due crustole alla volta e fatele stare giusto un secondo cosi da insaporirle, mettete in un piatto e guarnite con mandorle tostate e cannella. I nostro dolce tipico pugliese, le crustole, è pronto…non vi resta che gustarlo!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>