Antipasto: capesante gratinate

Home  >>  Antipasti e snacks  >>  Antipasto: capesante gratinate

Antipasto: capesante gratinate

capesante_gratinateLe capesante gratinate sono un ottimo antipasto da inserire nel menù delle feste. Veloci da preparare, ma di grande impatto, facili da realizzare e in più cotte al forno: in sere come queste una padella in meno da sporcare vuol dire tutto! Per un effetto scenografico garantito, servitele direttamente nelle loro conchiglie e sulla vostra tavola si inizierà a respirare subito aria di festa.

Come preparare le capesante gratinate:

Potete acquistare le capesante già aperte a metà e pulite, oppure ancora chiuse. In questo caso, per aprirle, dovrete utilizzare un coltello, oppure metterle per qualche minuto in acqua bollente e successivamente eliminare la parte filamentosa e quella più scura. In entrambi i casi dovrete comunque staccarle dal guscio e  lavarle sotto l’acqua corrente con molta cura, onde evitare eventuali residui di sabbia. Pulite anche le conchiglie aiutandovi con una paglietta di ferro e poi risciacquate. A questo punto possiamo iniziare a farcirle… diamo un’occhiata agli ingredienti:

Ingredienti

  • 8 capesante
  • 100 gr di pangrattato
  • 2 spicchi di aglio
  • 80 gr di parmigiano grattugiato
  • 50 gr di burro
  •  Un mazzetto di prezzemolo
  • 100 gr di pistacchi sgusciati
  • 1 lime
  • Sale e pepe

Preparazione

Tritate l’aglio e il prezzemolo e sbriciolate i pistacchi (passateli al mixer oppure chiudeteli in sacchettino e con l’aiuto di un mattarello sbriciolateli). In una ciotola versate il pangrattato e unitevi l’aglio, il prezzemolo  i pistacchi, il parmigiano e aggiungete tre cucchiai di olio di oliva, la buccia grattugiata del lime, una spolverata di pepe e un po’ di sale (senza eccedere: le capesante sono per natura leggermente salate). Amalgamate bene il gratin e con un cucchiaio ricoprite interamente la polpa di ciascuna capasanta. Mettete una noce di burro sulle capesante e infornate a 180 gradi per 15 minuti, finché non avranno acquisito un bel colorito dorato.

L’idea in più: servite le capesante calde accompagnate da un flûte di champagne

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>